Estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto: come fare e quando conviene

Pubblicato il Pubblicato in Prestiti Dipendenti, Prestiti Pensionati, Prestiti Personali

Estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto: come fare e quando conviene

 

Per Legge è possibile estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto prima della sua naturale scadenza decisa in fase di sottoscrizione del contratto. È previsto il pagamento di una penale, che consiste in un rimborso dovuto alla Banca o all’Istituto di Credito erogante, come risarcimento per i mancanti introiti derivanti dagli interessi sulle rate mensili non ancora pagate e per Legge non può essere superiore all’1% del debito residuo.

 

Quando è conveniente estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto

 

Non tutti sanno che non è sempre conveniente estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto, il fattore temporale fa la differenza! Il piano di ammortamento applicato dalle Banche e dagli Istituti di Credito è quello alla francese, pertanto si pagano prima gli interessi e poi si comincia a rendere il capitale ottenuto dal prestito. Di conseguenza le prime rate della Cessione del Quinto sono composte da una quota maggiore di interessi e una quota minima di capitale. Procedendo con il pagamento della Cessione del Quinto la quota di interessi scende e cresce la quota relativa al capitale. Questo meccanismo fa sì che sia vantaggioso estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto solo agli inizi del finanziamento, quando il risparmio sugli interessi è consistente e quindi conveniente!

 

Hai bisogno di liquidità? Valuta il rinnovo!

 

Estinguere anticipatamente la Cessione del Quinto: come fare e quando convieneSi può anche valutare l’estinzione anticipata della Cessione del Quinto per ottenere un rinnovo della stessa per ottenere ulteriore liquidità. In questo caso si può valutare il rinnovo soltanto dopo aver pagato i 2/5 del finanziamento. Questo limite cambia nel caso di Cessione del Quinto con durata fino a cinque anni, si può rinnovare in qualsiasi momento solo se rinnovata per la durata massima di 120 mesi.

 

Se valutate questo tipo di opzione per l’estinzione anticipata della Cessione del Quinto, il costo sostenuto per l’imposta di bollo e tutte le spese di istruttoria andranno perse e non sarà possibile in alcun modo recuperarle.

In compenso è possibile recuperare, almeno in parte, le commissioni bancarie nella misura concordata in fase contrattuale e la parte del premio relativo all’Assicurazione corrispondente al periodo ancora non goduto in quanto l’Assicurazione nella Cessione del Quinto non è facoltativa ma è obbligatoria per Legge e viene pagata per intero in un’unica soluzione dalla data di decorrenza del finanziamento. Relativamente all’Assicurazione il rimborso però non è sempre automatico. È necessario che il diretto interessato effettui una richiesta diretta di rimborso alla Banca o all’Istituto di Credito con cui aveva stipulato il finanziamento.

 

 

Lascia un commento